HO VISTO UN UOMO VOLARE… NON CERTO CADERE

Oggi è un giorno direi storico. Oggi è il 14 ottobre 2012.

Un’azienda che riempie lattine di alluminio di una soda gustosa ed energizzante (di cui sono affezzionato cliente-ovviamente la Red Bull) ha finanziato il progetto più ambizioso degli ultimi anni nell’era spaziale: il lancio da più di 39000 metri di altezza del già famoso paracadutista austriaco Felix Baumgartner da una capsula salita nella stratosfera grazie il solo ausilio di un pallone riempito ad elio; una mongolfiera insomma, ma spaziale!

Volenteroso ad essere il primo uomo sulla terra ad infrangere il muro del suono, senza l’ausilio di dispositivi meccanici e in caduta libera per oltre quattro minuti ad una velocità massima di 1200km/h circa, Felix è ormai nella storia moderna, perché c’è riuscito. Si è tuffato col paracadute dallo spazio.
Credo che la vicenda ormai l’abbiate sentita e spero l’abbiate pure vista (Italia 2 ha fatto una bellissima diretta!)

L’evento televisivo più emozionante a cui abbia mai assistito si è concluso positivamente e l’uomo che poco fa ha dichiarato in conferenza stampa di voler ispirare nuove generazioni a superare i suoi nuovi record è da ore ormai a terra sano e salvo, cercando solo di scaldarsi polpastrelli di mani e piedi.🙂

Una bellissima storia in tutti i suoi aspetti: la ricerca dei limiti, il coraggio umano e imprenditoriale, la spettacolarizzazione, il momento topico e quello ansioso, il lieto fine.
Più di tutto però “la morale”: l’uomo deve volare. L’uomo deve ambire alle cose più grosse, a quelle più belle.
A quelle che ti fanno rischiare la vita ma che ti danno pure la possibilità di sporgerti in piedi su un balconcino a 40km da terra, dove poco sopra inizia lo spazio e poco sotto il cielo.

Felix, per chi lo ha visto in diretta come me, rappresenta forse l‘Amstrong moderno, quello che da’ speranza alle generazioni future, dandogli limiti pressoché infiniti o comunque lontani a sufficienza per poter sognare.

Imprese come queste fanno bene allo spirito e alla voglia di fare (oltre che alle casse della Red Bull, ma questo è tutt’altro discorso…). L’essenza da eroe moderno di Felix si insinuerà nelle generazioni future e darà pure slancio ad una nuova speranzosa era spaziale, più “umana” e più lontana.

I nostri genitori ci raccontarono del “grande passo dell’umanità” dell’uomo sulla luna, ai miei nipoti racconteró del “grande salto della speranza” per mettere i piedi a Terra…

Red bull ti mette proprio le ali…

Tag: , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: