BORIS. IL FILM.

Venerdì scorso era il primo aprile, giorno universale del pesce, giorno perfetto per far uscire BORIS dal suo acquario. E non era uno scherzo.

Nella data – se vuoi – più assurda dell’anno, quel pesce rosso BORIS, silenzioso protagonista della serie televisiva del momento, una delle poche produzioni interamente italiane che sono secondo me esportabili, entra nelle sale cinematografiche in grande stile al fianco del suo padrone-possessore-maniacale Renè Ferretti (un grande Francesco Pannofino).

IL CINEMA
È lo Zenith di Perugia. Per chi non lo conoscesse quello dove proiettano i film indipendenti, sconosciuti, comunisti. Sono le 17e30. Sono con un’amica.
Per l’occasione il cinema è stracolmo. Al mio fianco un tipo un po’ maleodorante, e poltrone scomode e da torcicollo vista l’assenza di pendenze in tribuna.
Una curiosità: c’è ancora l’intervallo! E chi se lo ricordava! L’ultima volta qui sarà stato il 2005 per un film giapponese lunghissimo e, guarda un po’, noiosissimo.
Per l’evento/uscita BORIS sono programmati 3 spettacoli. Da come ne so tutti e tre sold out. E ti credo! È BORIS!
Alla fine della proiezione entrano un paio di attori protagonisti e due autori. Gente normale, bula, piena di idee e controcorrente fino a un po’, fin dove poi se vuoi lavorare dopo 45 sec. di tristezza pensi ad altro… (discorso lungo da spiegare…)

IL FILM
È Boris, è fico, è intelligente. Non certo esaltante dal punto di vista comico, ma riflette perfettamente quello che è lo stile che la serie con poca fatica è riuscita a cucirsi addosso: semplicità, ironia, cattiveria, pellaccia. Esilarante in certi pochi e dosati momenti, allontanante in altri (la scena dell’astronauta?… no sense! cammeo per dire io c’ero?).
Punti di favore: come detto è un film intelligente, che fa riflettere senza fartelo pesare. Non è un polpettone giapponese, è una commedia, e come tale –se degna di nota– finisce come un po’ di caffè nero bollente. Ma è giusto così.
Grande Pannofino (Renè) che, oltre la voce, ha bella la presenza nella scena, ci sa’ fare il tipo. Ma grandi in realtà tutti… anche se… anche se tutti purtroppo un po’ troppo assenti.
Quindi passo ai punti a sfavore: l’assenza di spessore che certi personaggi, pilastri della serie, hanno avuto nel film. Il mio amato Stanis La Rochelle (Pietro Sermonti) ha poco minutaggio – per dirla alla Renè- così come per Arianna (Caterina Guzzanti) e Alessandro (Alessandro Tiberi). E Duccio (alias Ninni Bruschetta)? Come mi è mancato cazzo!
La scimmia Glauco ha una scena che in confronto al pesce Boris è lunga come la corazzata Potiomkin (o come cavolo si scrive). E questo è un grave errore.
Qui mi faccio i nemici lo so, ma Boris doveva in qualche modo essere più parte del processo, più filo narrativo, meno pesce rosso, più squalo.

QUINDI:
nel complesso molto simpatico, da vedere, soprattutto se, a questo punto, non avete mai visto una puntata di quel geniale Boris… sì perché in caso contrario, la nostalgia delle prime puntate vi attanaglierà un po’ perché vi renderete conto di avere a che fare con un film che sembra più una puntata della terza serie allungata tre volte circa e con l’essenza del pesce rosso più famoso d’Italia che aveva veicolato in tutti noi dentro la scatola magica tanta gioia.

Andateci… DAI DAI DAI
Però ha forse un po’ ragione Elio, ascoltatelo nel PENSIERO STUPESCE, main song del film, e capirete perchè…🙂

PS: il bacio finale era scontatissimo!!! BUCIO DE CULO!

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

2 Risposte to “BORIS. IL FILM.”

  1. Zachary Nowak Says:

    Mi sa che il primo aprile al Caffè Morlacchi è andato storto a unnostro amico che pensava di evitare gli scherzi del pesce…invece no! Grazie della recensione!

  2. marco1946 Says:

    concordo
    in tv Boris ha più mordente, nel film ci sono alcuni episodi davvero inutili (ad es. Piovani che perde il suo Oscar al poker) che si potevano evitare per non perdere ritmo (ma così veniva troppo corto…)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: