IoNonSo+ChiSono: il debutto su CD!

Uno e trino non basta.
Poker d’assi.

Ci ho messo un po’ a capirlo, ma stasera, con il cervello più aperto e rilassato finalmente ci sono riuscito, ed una piacevole onda di suono curato nei minimi dettagli mi ha fatto surfare fra le emozioni.

IoNonSo+ChiSono, alias Francesco Federici, ha presentato stasera il suo disco di esordio, Conseguenzediunaprolungataesposizionealsuono, al Loop Cafe di Perugia, e lo ha fatto nel migliore dei modi.
Incredibili pezzi di new age rock (non saprei com’altro definirlo), con intrecci dal Vangelis di Blade Runner al melodioso Jonny Greenwood, hanno fatto in alcuni momenti attraversare alla mia schiena brividi di benessere.
E questo è buono, molto buono!

Francesco è salito solo sul palco, circondato da 3 chitarre e almeno 10 pedali fra loopstation e compressori. È salito solo, ma nel frattempo mille Francesco hanno preso vita ad ogni suono aggiunto al loop.
Il primo pezzo, Controllo, ha ormai corpo, anzi, ha sostanza; io ho chiuso gli occhi e mi sono lasciato trasportare. Forse le immagini proiettate, forse le sonorità, ma mi sono sentito in oriente. Goosebumps!
Incredibile cosa possa provocare una singola nota trascinata per tutta la canzone…

Subito dopo, senza interrompere i suoni vibravetri che riempivano la sala, è partita Parapendio, ennesima riprova di come Francesco esprima il meglio di se in riff melodiosi ma al tempo stesso curati alla perfezione (maniacale) degli arrangiamenti. Si sommano i loop, si sommano le sensazioni… pelled’oca… ancora!

Ci sono molti artisti, molte canzoni, che desiderano essere ascoltati diverse volte prima di capire ciò che vogliono esprimere.
Ho ascoltato IoNonSo+ChiSono tre volte prima di stasera, ma solo oggi mi sono accorto di come intimi e malinconici siano questi pezzi che scrive, o almeno è ciò che a me hanno dato. Oggi mi hanno fatto stare bene. Le altre volte mi erano solo piaciuti…

Conseguenzediunaprolungataesposizionealsuono, è un album, cito, contro l’abuso di parole… e secondo me ci sta’ tutto.
Forse anche l’idea di rendere in un unica parola il titolo dell’album e il titolo di due pezzi ne esprime al meglio l’essenza… less is more. Meno parole possibili, meno fonti di malintesi, meno distrazioni, più essenza.

Non vi sto qui a dire il resto della serata. Mi limito al racconto di Controllo e Parapendio, che fra l’altro sono i pezzi che più mi sono piaciuti oltre Ladanzadelmentre. Ora comprate questo cd perché fidatevi ne vale la pena. Siate pronti e pazienti e il suo ascolto porterà frutti.

Non tanto tempo fa, ho avuto la fortuna di suonare con quest’uomo per diversi anni, e solo ora capisco che IoNonSo+ChiSono non è che la necessità di Francesco di dare vita a tutte le sfaccettature musicali che ha dentro, cosa che gli invidio molto.
Una dimensione così credo sia perfetta per lui: fa quello che vuole, se ne frega se spesso è puro noise, e sperimenta, arrangia, studia e fa cose che difficilmente altri possono fare così bene come lui in zona.
E bravo Frà.

Ecco la tracklist:
1. Tesiipotesisintesi
2. Controllo
3. Parapendio
4. Torpore (pt. 2)
5. Torpore (pt. 1)
6. Ladanzadelventre

Con emozione altissima, vado a letto. M.

Tag: , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: