The more you ask, the more he dies

Ogni giro in paese con la vostra auto appena acquistata vi farà sentire terribilmente vivi,
ma lo faranno sentire inevitabilmente sulla via della morte.

Ogni aria condizionata accesa vi rinfrescherà infinitamente l’estate,
ma lo farà accaldare fino ad esplodere.

Ogni giornale e rivista buttati fra i rifiuti organici non vi sprecherà del tempo prezioso nel riciclarli,
ma lo riempiranno fino alle orecchie nel giro di poco.

Ogni interruttore e spina lasciate lì nel muro vi eviteranno felicemente di accovacciavi e staccare tutto,
ma lo lasceranno presto senza energia.

Ogni fumo che la vostra fabbrica si è dimenticata di filtrare vi eviterà di bruciare un mucchio di soldi,
ma lo faranno ansimare senz’aria fino a soffocare.

Ogni rubinetto con l’acqua che scorre vi permetterà di lavarvi togliendovi le puzze di dosso più profonde,
ma lo faranno aver così tanta sete che non basterebbe un oceano dolcificato.

Ogni gadget che il vostro fast food di fiducia vi regalerà vi farà anche pensare di quanto sia facile e bello modellare oggetti di plastica,
ma lo porteranno alla fine, alla fine più vicina.

Ogni azione genera reazione.
Ogni pensiero genera conoscenza.
Ogni conoscenza genera cultura.
La cultura porta all’armonia.
THINK GREEN.

Tag: , ,

3 Risposte to “The more you ask, the more he dies”

  1. britt Says:

    bellissimo post…ma nn ho capito tutto ovviamente…devo cercare il significato di qualche parola…per ho visto che e’ bello e parli di cose importantissimi in questi tempi!!….altrimenti complimenti della nuova grafica…mi piace un sacco :))

  2. la Cogne Says:

    era da troppo tempo che non mi godevo brusmat…da quando c’è sto FB è una rovina!
    Cognà verrebbe da dire le solite parole di retorica…MA NON é COSì!
    E’ VERAMENTE BELLO QUESTO POST!

  3. Silvia Says:

    Ciao Matteo, come promesso mi impegnerò a lasciarti un commento sul blog… ho scelto questo post perché è quello che mi sento più vicino. Quest’inverno ho fatto un corso sulla responsabilità sociale delle imprese e si è parlato molto dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile… bè, ho scoperto tante cose che mi hanno indignato, altre che mi hanno sorpreso (in positivo), ma quello che mi ha sconvolto è quanto poco se ne parli e soprattutto, nonostante incentivi e cose varie, non capisco perché la gente continui a pensare che non sia un suo problema!
    Ogni volta che tornavo dal corso ero un mix di sconvolgimento e rabbia… ho trasmesso questa cosa ad altri, qualcuno mi ha ascoltato, ma cosa dovremo fare per i restanti?? Cosa dovremo aspettare per convincerli tutti?! Non lo so, ma intanto ti apprezzo perché ai dedicato il tuo spazio a un problema così importante!
    Anzi, ho visto che non è il solo tema di attualità che hai voluto condividere… bravo!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: