PD… il nuovo simbolo

logo_pd_1.jpg

Una grande P verde, una D bianca su sfondo rosso, a dare l’effetto del tricolore. Sotto, la scritta Partito democratico, con un piccolo ramoscello d’ulivo. Questo il nuovo simbolo del partito di Walter Veltroni.  

Neanche tanto male se si pensa alla pessima concorrenza!
Avevo infatti un misto di paura (avete mai visto qualcosa di valido in politica graficamente?) e curiosità (pensai: “speriamo si diano da fare!”) della cosa, tanto che oggi navigando scopro che l’autore dell’opera è un giovane molisano di 25 anni che si chiama Nicola Storto che lavora per AREA, azienda fra le leader in Italia per graphic identity. Nicola è fresco di laurea in Comunicazioni visive e multimediali dello IUAV di Venezia ed ha avuto come docenti, tra gli altri, Leonardo Sonnoli, Thomas Bisiani, e soprattutto Michel De Boer, quest’ultimo art director di Studio Dumbar in Olanda. 

Non sto a dirvi le critiche che può avere avuto la distribuzione del marchio (come saggiamente dice Oliviero Toscani “Per piacere a tutti non deve piacere a nessuno!”), ma ciò che più mi rende perplesso è questa immagine che ho trovato in un blog, un po’ cattiva, un po’ violenta, dai toni decisamente invidiosi:

pd.jpg 

Adesso, povero Nicola, non è certo un capolavoro di identity, ma l’avranno sommerso di paletti creativi, in più, considerando che dare simbologia ad un partito che ovviamente non ha una sua ideologia, mi sembra certo un’impresa quanto meno complicata!

BEH… Io gli dico: BRAV(IN)O! 
Non è stato facile immagino, lascia fare chi dice che hai spudoratamente copiato il tuo professore… ormai non si inventa più niente, si fa solo un buon lavoro e si cerca quel pizzico di creatività nascosta fra le grazie, le cromìe e nei rapporti vuoti/pieni… in questo il marchio PD può andare. È impossibile non scovare qualcosa che assomiglia a qualcos’altro che hai fatto, troppe cose, troppi loghi, TROPPA GRAFICA!! Questa è la mia idea!
E… in più se sai copiare bene, il lavoro viene fuori alla grande! Ci metterei la firma a 25 a creare una cosa di così alta visibilità… FREGATENE!!! Sono tutti invidiosi!
Le mie critiche sono solo alla retorica (il tricolore, l’acronimo, il ramoscello a rimando delle origini), ma non penso sia colpa tua in fondo. L’aspetto più bello il rettangolo, novità assoluta nella politica nostra piena di cerchi!

Poi questa frase che un po’ m’ha fatto ridere!
“È il simbolo di un grande partito che guarda al futuro e vuole bene all’Italia. Il partito del Patriottismo Dolce. Noi saremo così”, dichiara Ermete Realacci, responsabile comunicazione del Pd. (da http://www.repubblica.it).
Sì vabè, poi? Prociutto Dolce? Pizzeria Damario? Pavimenti Disinfestati? Oppure Punto D? o ancora Picchia Delicata?
Micki, me ne suggerisci uno? Dai lo sai quale!!
Abbiate il coraggio di dire che l’acronimo non pone problemi a nessuno!
Meno simbologie nascoste ci sono, più piace (nella sua quasi bruttura) a tutti!!
Daje freghi su!

Chissà che s’inventerà ora il Berlusca col nuovo Partito delle Libertà o Partito del popolo delle libertà (chissà che cambia! La minestra è quella!)? Vedremo (ora la mia curiosità si trasferisce al suo comparto grafico) però io dico che nell’oceano di schifo grafico presente nella politica italiana non sarà facile battere questo moderno, seppur retorico, PD.

Tag: , , , , , , , , , ,

3 Risposte to “PD… il nuovo simbolo”

  1. superficosimone Says:

    Concordo, un marchio diventa diverso quando lo si descrive in questa maniera! Bravo Mastro Dito!

  2. GC Says:

    Il logo è semplice, chiaro, riconoscibile ovunque e da chiunque e applicabile su tutte le piattaforme: esattamente come deve essere! E’ impensabile che si metta d’accordo l’Italia intera sulla sua grafica … d’altronde “de gustibus non disputandum est!”. Il logo è piaciuto a chi doveva piacere in primis (cioè Veltroni) ed è stato accolto benevolmente dalla stampa. Le diffamazioni diffuse da micce di invidiosi, (critiche utili solo a dare visibilità agli ignoti), dopo il fuoco, verranno ridotte in polvere. Resterà soltanto un logo che è entrato nella storia e che nell’immaginario collettivo evocherà metonimicamente il PD. Ottimo il lavoro del giovane 25enne molisano!

  3. weme » Marchio al taglio Says:

    […] commenti brusmat.wordpress.com […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: